Addio alla famiglia Sensi, ora la Roma è in mano agli americani

Addio alla famiglia Sensi, ora la Roma è in mano agli americani

Dopo circa 20 anni, la famiglia Sensi abbandona la dirigenza della squadra giallo-rossa.

Il mio pensiero va a Franco Sensi – ha detto la Sensi lasciando via della Cava Aurelia – voleva far grande la Roma e ci è riuscito. In questo momento penso a lui”.

Poi, un benvenuto non proprio allo zucchero alla proprietà Usa: “Auguro loro grandi successi e spero che arrivino il prima possibile. Bisogna lasciar lavorare i nuovi con meno pressione di quella con cui avete fatto lavorare noi. Spero di incontrarli presto, ancora non l’ho fatto”. E il futuro? Qualcuno parla di una sua candidatura alla presidenza di Lega: “Si dicono tante cose, di sicuro amo il calcio”.

Il consiglio ha inoltre convocato per il 29 luglio e l’1 agosto, in prima e seconda convocazione, l’assemblea chiamata a confermare la cooptazione dei nuovi consiglieri.
Paolo Fiorentino e Bernardo Mingrone entrano nel cda per UniCredit, Mauro Baldissioni per lo studio Tonucci che ha seguito la trattativa per il consorzio americano di Thomas DiBenedetto e Claudio Fenucci, che sarà il nuovo amministratore delegato della Roma.

Condividi questo post