BILANCIO, SANTORI: “AUMENTO IMU, SCANDALOSO INCIUCIO BIPARTISAN”

BILANCIO, SANTORI: “AUMENTO IMU, SCANDALOSO INCIUCIO BIPARTISAN”

Opposizione mantiene numero legale mettendo le mani in tasca ai romani

“Ecco fatto. Sordi a tutti gli appelli lanciati in questi mesi, i rappresentanti dei cittadini in Aula Giulio Cesare hanno orchestrato la marcia funebre della città. Uno scandaloso inciucio bipartisan ha permesso di votare la proposta della Giunta che ha aumentato l’Imu al 5 per mille sulle prime case, portandola al 10,6 sulle seconde abitazioni. E’ forse sfuggito ai più che, restando in aula, infatti, i rappresentanti dell’opposizione hanno permesso di raggiungere il numero legale per la votazione. Il risultato è un salasso per l’abitazione principale, i cui introiti, nonostante lo stracciarsi delle vesti e i piagnistei, saranno a favore interamente dei Comuni, e una spoliazione al limite del saccheggio per i proprietari di seconde case”. Lo dichiara in una nota il consigliere di Roma Capitale Fabrizio Santori, che per mesi si è battuto in Campidoglio sostenendo la necessità di mantenere l’Imu al minimo almeno sull’abitazione principale.
“Questo atteggiamento, che ricalca quello della strana maggioranza che sostiene il governo Monti e limita il suo ruolo a dire di sì ad ogni iniziativa pur nel massacro dei cittadini onesti, continuando a buttare in mare i soldi strappati agli italiani, è a dir poco vergognoso. Dopo mesi di proposte, progetti e appelli per reperire il denaro altrove, l’unico risultato raggiunto consiste in qualche agevolazione, seppur importante, nel sociale. Ma non basta. Quello che basta, ed anzi ormai trabocca, è lo spettacolo indegno di un imbroglio asservito alle logiche di spartizione di potere e di partito, la cui unica trama è la distruzione del tessuto sociale della città”, conclude Santori.

Condividi questo post