Cesare Battisti è libero

Cesare Battisti è libero

L’ex terrorista ha lasciato il carecere di Brasilia, dove era detenuto.
Uno schiaffo morale alla democrazia, che avrà presto un seguito con un ricorso alla Corte di Giustizia dell’Aja.
Ma chi è Cesare Battisti?
E’ uno scrittore italiano che è stato condannato in contumacia all’ergastolo, per aver commesso quattro omicidi in concorso durante gli anni di piombo.
L’Italia è scioccata.
A partire dal presidente della Repubblica Napolitano: «la decisione lede accordi e amicizia», afferma il capo dello Stato che appoggerà «pienamente ogni passo che l’Italia vorrà compiere avvalendosi di tutte le istanze giurisdizionali cui compete assicurare il pieno rispetto delle convenzioni internazionali».

Il «rammarico» del premier Silvio Berlusconi, si esprime attraverso una nota di Palazzo Chigi e si traduce nella decisione che l’Italia continuerà la sua azione e attiverà le opportune istanze giurisdizionali.

«La partita non finisce qui», afferma perentorio il titolare della Farnesina, che denuncia la scarcerazione come uno «schiaffo all’intero mondo democratico» e annuncia l’attivazione degli «strumenti di tutela internazionale, a partire dalla Corte di Giustizia dell’Aja».

Dall’Aja, intanto, fanno sapere che «se ci sarà una richiesta dell’Italia, sarà valutata».

I familiari delle vittime di Battisti, sono «senza parole» e parlano di «schiaffo», e il dolore riaffiora imperterrito di fronte alla notizia.

Il caso Battisti, fa il giro del mondo:

-BBC:«Estradizione di Cesare Battisti, l’Italia va alla Corte dell’Aja».
LE MONDE: «Italia respinta: Battisti ritrova la libertà».
LE PARISIEN: che in un articolo di cronaca sottolinea la «forte reazione» del governo italiano.
LE FIGARO: «Battisti liberato dalla giustizia brasiliana».
-EL PAIS: «Caso Battisti: problemi tra Brasilia e Roma».
EL MUNDO: «profonda tristezza» del governo italiano che «ricorrerà alla Corte dell’Aja».
SUDDEUTSCHE ZEITUNG: «Caso Battisti: problemi tra Brasilia e Roma».
DIE WELT: «Il Brasile rimette a piede libero un assassino condannato».
WASHINGTON POST: la scarcerazione di Battisti «ha mandato in collera l’Italia».
TERRA COLOMBIA: «Disgusto dell’Italia, che ricorrerà alla Corte dell’Aja».

Condividi questo post