Ciampino, bomba d’aereo disinnescata

Ciampino, bomba d’aereo disinnescata

L’area nord di Ciampino, nel tratto di Viale Kennedy/Via Lucrezia Romana, è stata evacuata e messa in sicurezza per circa tre ore per consentire a una task force dell’esercito di neutralizzare una bomba d’aereo, contenente circa 250 chili di esplosivo,residuato della seconda guerra mondiale, fatto brillare alle ore 13.35 all’interno di una cava distante dalle abitazioni. Lo rende noto il Comune di Ciampino. L’ordigno era stato rinvenuto nel corso delle opere di scavo per l’ampliamento del depuratore da parte dell’Amministrazione comunale. Anche il vicino scalo aeroportuale ha subito delle restrizioni del traffico, sospeso alle 10 è poi ripreso regolarmente alle ore 12.

Circa 4.000 i cittadini sono stati evacuati nell’area posta al confine tra i comuni di Ciampino e Roma. Per loro sono stati allestiti due punti di accoglienza, uno presso la scuola «Paola Sarro» e l’altro presso il Pala Cavicchi. Le operazioni di ordine pubblico e sicurezza, necessarie per permettere lo svolgimento delle operazioni di despolettamento e rimozione dell’ordigno da parte dell’esercito, coordinate dalla prefettura, sono state eseguite dalla Polizia di Stato, dai Carabinieri, dalla Polizia Locale di Ciampino e Roma Capitale e dai Vigili del Fuoco, con il supporto della Croce Rossa e della Protezione Civile.

(Il Messaggero.it)

Condividi questo post