Delitto Mollicone, è svolta?

Delitto Mollicone, è svolta?

Serena Mollicone era una ragazza dolcissima.
Il 1 giugno 2001 scompare misteriosamente da Arce.
Verrà ritrovata qualche giorno dopo tra le sterpaglie del boschetto di Anitrella, morta per asfissia, visto il sacchetto chiuso intorno alla sua testa.

Ad oggi, avviene una svolta con l’iscrizione nel registro degli indagati dell’ex fidanzato di Serena, Michele Fioretti e della madre Rosina Partigianoni per i reati di omicidio volontario e occultamento di cadavere.

La Procura così spiega: “Gli indagati Mottola Marco, Mottola Franco e in alternativa con Francesco Suprano, potrebbero rispondere dell’accusa di omicidio volontario e di occultamento di cadavere oppure in alternativa con Fioretti Michele e Partigianoni Rosina oppure in concorso con ignoti”.

L’avviso di garanzia servirà a far sottoporre i cinque indagati all’incidente probatorio con la perizia specialistica del medico legale di natura genetica per l’accertamento dei profili genetici ricavabili dagli indumenti indossati da Serena Mollicone. Questo ai fini della comparazione tra i profili genetici.

Condividi questo post