Disservizi e mancanza di salari negli aeroporti romani

Disservizi e mancanza di salari negli aeroporti romani

Sta gradualmente tornando alla normalità la situazione negli aeroporti romani di Fiumicino e di Ciampino, dopo i disagi provocati martedì dall’improvvisa protesta dei lavoratori della società Flightcare, gli addetti al trasporto bagagli e merci.

A Ciampino, a causa dello sciopero, martedì sono stati soppressi i voli della Ryanair per Parigi, Valencia, Cagliari, Londra e Barcellona.

Martedì gli operatori hanno incrociato le braccia, lasciando i bagagli dei passeggeri a terra o bloccati nelle stive dei velivoli appena atterrati e causando il ritardo nella partenza di alcuni voli.

Lo sciopero è stato proclamato all’improvviso, quando i lavoratori della società Flightcare, intorno alle 15.30, hanno scoperto che i loro stipendi di dicembre non erano stati ancora pagati. A Fiumicino, tra le compagnie assistite da Flightcare figurano Kuwait Airways, Aerolineas Argentinas, Malaysia, Swiss. Migliaia i viaggiatori che hanno dovuto attendere ore per riavere i bagagli.

Tuttavia, ha annunciato, «la Società, come è nella normalità, pagherà la tredicesima mensilità il 20 dicembre e gli stipendi di dicembre il giorno 27 ».

 

Condividi questo post