Elezioni Lazio, verso il voto il 3 febbraio

Elezioni Lazio, verso il voto il 3 febbraio

Il 3 febbraio o il 10. È questa, con ogni probabilità, la data scelta per il voto nel Lazio. In Lombardia e Molise rimane in piedi l’ipotesi del 10 marzo, ma non si esclude che, nel caso di un accordo di tutte le forze politiche, il governo accetti di anticipare la data del voto anche lì. Vicenda complessa, che racchiude in sé problemi tecnici oltre che politici.

In questi giorni presso il Consiglio dei ministri arriverà il decreto legislativo di attuazione sull’incandidabilità dei condannati, contenuta nella legge anticorruzione. Dovrà disciplinare la durata e i limiti dell’ineleggibilità per qualsiasi carica politica elettiva, dai consigli circoscrizionali al Parlamento europeo. Prevista per chi si è macchiato di reati gravi (ad esempio, associazione per delinquere di tipo mafioso) subendo condanne fino a due anni, e contro la pubblica amministrazione, come corruzione e concussione. Il governo potrà individuare altri reati per l’incandidabilità. Più che a una lista, si punterà su requisiti oggettivi, come condanne definitive a una pena non inferiore a quattro anni per delitti non colposi.

Condividi questo post