Furti e scippi a Termini, arresti e denunce

Furti e scippi a Termini, arresti e denunce

Continuano i controlli alla stazione Termini in questi giorni presa d’assalto, così come gli scali aeroportuali, da migliaia di viaggiatori in partenza o in arrivo nella capitale. E con l’aumentare dei turisti che vengono a trascorrere le vacanze in città, aumentano anche i borseggiatori, per lo più stranieri, che provengono da paesi poveri dell’Europa o dell’Africa.

Nelle ultime 48 ore i carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno denunciato a piede libero quattro donne tra i 24 e i 34 anni, che si aggiravano nei pressi dello scalo ferroviario.

Una nomade di origini bosniache di 34 anni è stata invece sorpresa ed arrestata da una pattuglia antiborseggio dei militari mentre stava sfilando dalla tasca il portafogli ad un turista sulla linea A della metropolitana, all’altezza della fermata per la stazione.

Trattenuta con lei anche un’altra giovane di 12 anni, e per questo non imputabile, che è stata segnalata alla Procura presso il Tribunale per i minorenni.

Un’altra borseggiatrice di 26 anni è stata scoperta e arrestata, sempre dai carabinieri in servizio antiborseggio alla fermata Termini della metro A, subito dopo aver sottratto il portafogli ad uno statunitense.

Un uomo di origine albanese di 34 anni è stato arrestato dopo aver borseggiato un cittadino sessantenne. Manette infine per un cittadino marocchino di 31 anni che aveva rubato vari capi di abbigliamento da un negozio del Forum Termini.

Ed è proprio di pochi giorni l’allarme lanciato dal Foreign office inglesesul suo sito nella sezione “Safety e security” alla voce Italy: “Fate attenzione sui mezzi pubblici e nelle aree affollate a Roma, soprattutto attorno alla stazione principale di Termini“.

Condividi questo post