Guasto ai terminali delle Poste di Roma

Guasto ai terminali delle Poste di Roma

Le Poste sono nei guai.
Il terminale di molte di loro, infatti, già saltato qualche settimana fa, ha ricominciato a fare i capricci, creando molti disagi tra i cittadini.
Molti anziani, nonostante i cartelli esposti all’ingresso di molti uffici postali della capitale, non hanno rinunciato ad aspettare fuori dai cancelli nel vano tentativo che il personale degli uffici li rassicurasse dicendo loro che i terminali avevano ripreso a funzionare.
In alcuni uffici postali le operazioni vanno avanti a rilento, in altri sono del tutto sospese.
Alcune sedi hanno esposto fuori ai cancelli cartelli con su scritto: «Ci scusiamo per il disagio, ma questo ufficio postale non potrà svolgere un regolare servizio, a causa di terminali fuori servizio».

Poste Italiane ha accolto oggi la richiesta del Codacons di aprire un tavolo di conciliazione finalizzato a risarcire gli utenti danneggiati dai disagi informatici dei giorni scorsi. E quanto annuncia la stessa associazione di difesa dei consumatori in una nota. Il meccanismo – spiega il Codacons – sarà analogo a quello avviato da Autostrade per l’Italia per indennizzare gli utenti bloccati dalle strade ghiacciate lo scorso dicembre. «Invitiamo i cittadini che nei giorni scorsi hanno avuto problemi con i servizi postali a conservare tutte le prove dei disagi subiti, come ad esempio bollette, fatture, e contravvenzioni scadute – spiega il presidente Carlo Rienzi – documenti utili per dimostrare i danni materiali legati al disservizio.»

Condividi questo post