Il pestaggio a Madonna dei Monti

Il pestaggio a Madonna dei Monti

Per l’aggressione del musicista Bonanni, sono stati fermati con la contestuale emissione di ordinanze di custodia cautelare in carcere, Christian Perozzi e Carmine D’Alise, entrambi di 21 anni.

Questi sono stati riconosciuti da alcuni testimoni, frequentatori abituali della movida di Monti, grazie ad alcune foto postate sulle pagine dei loro profili Facebook.

Bonanni versa invece in condizioni gravissime, ma amici e familiari gli sono accanto nella speranza possa riprendersi.

Il giovane era stato aggredito nel rione Monti dopo aver seguito un concerto di un amico in un locale di via Leonina, The Saylor’s, con alcuni amici. Stavano uscendo dal bar, quando un uomo si è affacciato al balcone del secondo piano, impugnando un bastone e urlando: «La dovete finire, qui non si può più dormire, è un’indecenza».
L’uomo è poi sceso per inseguire i quattro, che hanno cominciato a correre. L’inseguimento era finito in via dei Serpenti, da dove erano però sbucati altri giovani.
L’uomo col bastone era tornato quindi verso casa, mentre i quattro si erano avvicinati ai musicisti e avevano cominciato ad insultarli.
Nella lite che ne era seguita, il branco dei 4 aveva quindi aggredito alle spalle il giovane chitarrista e i suoi amici musicisti. Il 29enne era stato buttato a terra e pestato a sangue con pugni e calci.
In soccorso del 29enne erano intervenuti i vigili urbani di guardia al vicino accesso alla Ztl.

Condividi questo post