MONTE STALLONARA, RESIDENTI SENZA CASA

MONTE STALLONARA, RESIDENTI SENZA CASA

Augusto Santori (PDL):

“Lavori di urbanizzazione non ancora eseguiti e intanto pagano mutuo e affitto”

“Il mio pensiero di Natale, e purtroppo non solo il mio, va quest’anno alle centinaia di cittadini romani che hanno acquistato la propria abitazione attraverso l’edilizia agevolata e che passeranno l’ennesimo Natale ancora senza la propria casa, pagando sia l’affitto dell’attuale abitazione sia le rate del mutuo contratto per acquistare il proprio futuro appartamento. E’ questa la triste realtà di Monte Stallonara, un quartiere di nuova urbanizzazione ove proprio per la mancanza delle necessarie opere fognarie non potrà ancora ospitare palazzine regolarmente acquistate dai futuri residenti già da qualche anno a questa parte”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV.

“Si tratta in maggior parte di cooperative costituite ad hoc per favorire la costruzione di palazzine in edilizia agevolata – insiste Santori – e nella maggior parte dei casi ad essere vittime di questo vergognoso fermo burocratico sono giovani coppie o famiglie che hanno deciso di andare a vivere nella Valle Galeria abbandonando le proprie vecchie abitazioni. Così, mentre con enorme sacrificio si era riusciti a superare l’impasse burocratico del Dipartimento Urbanistica di Roma Capitale, successivo allo stanziamento dei fondi necessari da parte dello stesso Comune di Roma, oggi il problema resta legato alle lentissime procedure di assegnazione da parte di Isveur SpA dei lavori all’impresa che dovrà occuparsi delle suddette opere di urbanizzazione. In tale contesto in queste ultime settimane ho raccolto la disperazione, la rabbia ma anche la sfiducia e lo sconforto più neri di tanti cittadini; e numerosi sono i comitati che si costituiscono per rendere giustizia a centinaia di cittadini. Comitati sul piede di guerra ma assolutamente impotenti di fronte a una macchina burocratica che ancora una volta non ha fatto che impoverire centinaia di concittadini in questo Natale già così infausto”.

“Spero naturalmente anche in questo caso – conclude Santori – in un intervento del Sindaco Alemanno che possa fare le dovute pressioni all’Isveur affinché con il nuovo anno si proceda rapidamente all’assegnazione della gara e all’apertura dei cantieri, poiché di questo passo c’è il grosso rischio che neanche per il prossimo Natale si riuscirà a consegnare casa ai loro legittimi quanto sacrificati proprietari”.

Condividi questo post