OSPEDALE “SAN GIUSEPPE”: RIAPRE OSTETRICIA E GINECOLOGIA

OSPEDALE “SAN GIUSEPPE”: RIAPRE OSTETRICIA E GINECOLOGIA

IL NUOVO BLOCCO, SITUATO AL TERZO PIANO DEL NOSOCOMIO, COMPRENDE DUE SALE PARTO, UNA VASCA PER IL PARTO IN ACQUA E DICIOTTO POSTI LETTO. A BREVE ANCHE LA RIAPERTURA DEL CONSULTORIO MOMENTANEAMENTE TRASFERITO A CIAMPINO PER LAVORI

A darne comunicazione il Sindaco Adriano Palozzi, che lunedì 4 febbraio, alle ore 9,30, si recherà in visita nel nuovo reparto. Con lui ci sarà il Commissario straordinario della Asl Rm H Claudio Mucciaccio.

Buone notizie dall’’ospedale “San Giuseppe” di Marino: dopo i lavori di ristrutturazione, riapre infatti il reparto di degenza ordinaria di Ostetricia e Ginecologia. A darne notizia sono il Sindaco della Città di Marino, Adriano Palozzi, e il Commissario straordinario della Asl Rm H, Dott. Claudio Mucciaccio, che nella mattinata di lunedì 4 febbraio, alle ore 9,30, faranno visita, insieme all’Assessore alla Sanità comunale Remo Pisani e al direttore sanitario del nosocomio marinese Dott. Michele Di Paolo, al terzo piano del Padiglione B della struttura ospedaliera di Marino. Il reparto è stato interamente ristrutturato con il rifacimento completo del nuovo blocco parto che comprende due sale parto, una vasca parto in acqua per le partoriente che ne facciano richiesta e diciotto posti letto. Tutti gli ambienti sono funzionali alle sale parto e rispettano le vigenti norme di sicurezza. Grande soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Palozzi che sottolinea come il nuovo blocco parto risolva definitivamente il problema causato in questi anni dalla collocazione temporanea al secondo piano di Ostetricia e Ginecologia. Il lavoro non finisce qui. Il primo cittadino marinese fa inoltre sapere che, prossimamente, assisteremo anche alla riapertura del reparto di Neonatologia, adiacente al blocco parto, nel Padiglione A del “San Giuseppe”, a miglioramento di tutta Ostetricia e Ginecologia. Palozzi conclude che, con il blocco parto, l’ospedale di Marino offre la possibilità di usufruire della migliore struttura dei Castelli Romani sia da un punto di vista ricettivo che alberghiero. Palozzi rassicura anche sulla prossima riapertura del Consultorio di via Costa Batocchi,
trasferito momentaneamente al poliambulatorio di Ciampino per consentire alcuni lavori di ristrutturazione, che andranno a rafforzare e ad ampliare il servizio. Smentite, dunque, definitivamente le voci di una possibile chiusura della struttura che avevano scatenato gli allarmismi degli ultimi giorni. Si tratta di altri due tasselli fondamentali di supporto alla tutela della salute pubblica nonostante gli allarmanti tagli alla sanità imposti dal governo centrale.

Condividi questo post