Paoloni: “Non ho somministrato droghe ai miei compagni”

Paoloni: “Non ho somministrato droghe ai miei compagni”

Il portiere del Benevento Paoloni, stando alle ultime indagini su calciopoli, sarebbe il fulcro di tutta la questione.
Paoloni è stato ascoltato per circa sei ore e mezzo, e secondo quanto affermato dal legale, Emanuela Di Paolo “ha chiarito la sua posizione e negato ogni responsabilità in merito all’ansiolitico somministrato ai suoi compagni di squadra (“qualcuno mi voleva incastrare”).
“I colleghi calciatori? Ovviamente li conosceva, ma non ha mai utilizzato queste conoscenze ai fini delle scommesse”. Il legale ha anche spiegato come Paoloni abbia tenuto in mano per tutta la durata dell’interrogatorio le foto di moglie e figlia.

“Non ho mai mosso un dito per far perdere le mie squadre e se in qualche occasione ho subito qualche gol sospetto è frutto della casualità del calcio” avrebbe ribadito l’accusato.

Il gip di Cremona, Guido Salvini, d’accordo con il Procuratore capo Marco Di Martino, ha firmato le prime cinque scarcerazioni per altrettanti imputati in merito allo scandalo del calcio scommesse. I provvedimenti sono a carico di Francesco Giannone, Giorgio Buffone e Gianfranco Parlato che dal carcere andranno agli arresti domiciliari.

Condividi questo post