Pedaggi sul Gra, giusti o sbagliati?

Pedaggi sul Gra, giusti o sbagliati?

Il pedaggio ci sarà sul Gra, sulla Roma-Fiumicino; Salerno-Reggio Calabria e Firenze-Siena.

Roberto Castelli, non intende fare retromarcia sulla decisione, mentre la Regione (Renata Polverini) e la provincia di Roma (Nicola Zingaretti) sono unite nella battaglia per difendere i cittadini “dall’ingiusta tassa“.

Intanto il segretario de La Destra, Francesco Storace, chiede una “forte risposta istituzionale del Campidoglio”.

«Le Camere – ha sottolineato Castelli – avevano già votato sì l’anno scorso al decreto che istituisce i pedaggi».
Il Governo dunque, ha proseguito, non fa altro che «attuare la volontà del Parlamento».

I pedaggi sul Gra di Roma «sono semplicemente ingiusti», gli ha fatto eco il presidente della Regione Lazio.
“I cittadini del Lazio non pagheranno per la manutenzione delle strade del resto d’Italia”. Lo dichiara, in una nota, Luca Malcotti, assessore alle Infrastrutture e Lavori Pubblici della regione Lazio.
Al federalista Castelli -aggiunge – diciamo che siamo pronti a prendere in carica il Gra e a pagarne la manutenzione, ma se qualcuno pensa che grazie ai pedaggi del Grande Raccordo Anulare, il Lazio pagherà la manutenzione delle altre Regioni, si sbaglia”.

Condividi questo post