Pillola dei 5 giorni dopo, una novità nella contraccezione

Pillola dei 5 giorni dopo, una novità nella contraccezione

La novità degli ultimi giorni nel campo della contreccezione è la pillola dei cinque giorni dopo.
E sempre in questo ultimo periodo su questo nuovo “medicinale” è arrivato il primo sì da parte del Consiglio Superiore di Sanità per l’arrivo in Italia della suddetta.

«È un aborto a tutti gli effetti», ha detto il cardinale Elio Sgreccia, presidente della Pontificia Accademia per la vita. «Per quanto so – afferma Sgreccia – questa pillola intercetta il processo di impianto già iniziato e quindi un essere vivente. Mi auguro che questa deliberazione sia responsabilmente respinta dal governo».

Ecco qui di seguito riportate, le pillole presenti sul mercato:

PILLOLA DEL GIORNO DOPO: In questo caso si tratta di un anticoncezionale e non provoca, secondo gli esperti, l’interruzione di una gravidanza, ma impedisce l’eventuale annidamento nell’utero dell’ovulo che potrebbe essere fecondato. Può essere assunta entro 72 due ore dal rapporto a rischio e perde di efficacia ogni 12 ore.

PILLOLA RU486: Ha un verificato effetto abortivo. A base di mifepristone, è in grado di interrompere la gravidanza già iniziata con l’attecchimento dell’ovulo fecondato.

PILLOLA DEI ‘CINQUE GIORNI DOPO: Può essere assunta fino a 5 giorni dopo il rapporto a rischio e secondo recenti studi non perde di efficacia per tutto il periodo in cui può essere somministrata

Condividi questo post