Radio e leucemia a Cesano

Radio e leucemia a Cesano

Le antenne di Radio Vaticana e della Marina Militare sarebbero cancerogene.
Segnalato il nono caso di leucemia nella provincia di Roma, Cesano.

I comitati dei residenti e l’associazione Bambini Senza Onde, denunciano per l’ennsesima volta il moltiplicarsi di leucemie, mielomi e linfomi.
Sono ormai dieci anni che gli abitanti della zona si battono per una chiusura della struttura di onde elettromagnetiche.
Nella zona sarebbero stati identificati altri 23 casi di leucemia riconducibili all’elettrosmog.
I cittadini di Roma Nord accusano ancora una volta le antenne e i radar e chiedono alla Procura di insistere nelle indagini per il procedimento in corso con l’ipotesi di omicidio colposo.

«La nostra risposta alle accuse è stata data nei fatti, cioè nel rispettare l’impegno assunto di osservare le norme italiane, che, essendo molto restrittive, garantiscono non solo la tutela della salute, ma anche una piena tranquillità delle popolazioni. Siamo tranquilli non solo di non danneggiare nessuno, ma anche di non dare ragioni obiettive di preoccupazione».

Per limitare i danni e non far più ammalare con l’elettrosmog dei piccoli innocenti e degli anziani, sarebbe trasportare la Radio da “antenna nociva” al web, evitando proteste, e accuse, che continueranno a fioccare imperterrite.

Condividi questo post