Rubata l’auto di Gabriele Sandri, padre disperato

Rubata l’auto di Gabriele Sandri, padre disperato

Giorgio Sandri è disperato,
L’auto del figlio, Gabriele Sandri morto in uno scontro tra tifosi nel novembre del 2007 nei pressi di Arezzo, è stata rubata.
Il web è pieno di appelli da parte del genitore, che si è affidato a Facebook ed a Twitter, per essere aiutato da amici e conoscenti del giovane per ritrovarla.

«In zona Balduina – si legge sul social network – hanno rubato l’auto del mio Gabriele, una Smart nera. Quella vettura – che tenevo gelosamente – aveva dentro gli indumenti di mio figlio indossati la sera prima che venisse ucciso. Faccio appello al buon cuore. Restituitemi almeno i suoi vestiti e gli oggetti che erano nella Smart. Sono parte della mia vita. Targa DD502CK».

“Dentro l’auto – dice il fratello Cristiano Sandri – ci sono alcuni oggetti che Gabriele aveva lasciato lì, un cappellino, dei cd fatti da lui, una sua foto. A chi l’ha portata via chiedo un gesto che per noi vuol dire tanto: restituiteci l’auto di Gabriele per il suo valore umano e sentimentale o almeno gli oggetti personali di mio fratello. Ci farebbe un immenso piacere”.

Condividi questo post