SOLUZIONE AI PROBLEMI DELLA SANITA’

SOLUZIONE AI PROBLEMI DELLA SANITA’

Incontro con il Sindaco di Roma Capitale Alemanno, che ha sottolineato: “Campus Bio-Medico è un’oggettiva eccellenza, non può essere messa in così gravi difficoltà”

“Mentre il commissario Bondi si appresta a firmare il decreto sui nuovi, dolorosi tagli ad Asl e ospedali del Lazio, è giusto ribadire che la soluzione ai problemi non è in una ideologica e anacronistica contrapposizione tra pubblico e privato, ma tra buona e cattiva gestione delle strutture sanitarie”.

Accogliendo il Sindaco di Roma Capitale Giovanni Alemanno, in visita al Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, il Presidente Paolo Arullani ha così commentato la difficile situazione della sanità laziale.

“Come Campus – ha aggiunto Arullani – abbiamo da tempo dato il buon esempio, coniugando qualità dell’assistenza e rigore di bilancio, ma i nuovi e retroattivi tagli mettono in seria difficoltà anche noi”.

Tra le conseguenze, il rinvio dei lavori per l’apertura del nuovo Dipartimento di Emergenza (Pronto Soccorso) e il mancato avvio del già realizzato Reparto di Radioterapia oncologica.

Nel corso della visita è stata mostrata al sindaco la nuovissima ‘True-Beam’, un acceleratore lineare di ultimissima generazione, che consente di colpire in modo molto più preciso i tumori, limitando al minimo l’interessamento dei tessuti sani. Un’apparecchiatura presente solo in altri tre ospedali in Italia, ma che al momento resta preclusa ai malati oncologici della Regione a causa del taglio dei finanziamenti.

“Dobbiamo cominciare a tagliare riducendo al massimo i costi – ha detto il Presidente del Campus Bio-Medico di Roma Arullani – ma senza dimenticare che siamo nati per il servizio pubblico e con una finalità etica, che è quella di porre massima attenzione all’umanizzazione della medicina. Per questo, però, occorre dare certezze e motivazioni agli operatori sanitari, altrimenti dovremo dire addio all’innovazione e al rapporto tra cittadini e medici”.

“È un taglio molto pesante – ha sottolineato il Sindaco di Roma Capitale Giovanni Alemanno, al termine della visita – e retroattivo, che non guarda alla qualità dei servizi offerti, colpendo così strutture di eccellenza e di sostenibilità economica molto elevata. Una realtà come il Campus Bio-medico è un’oggettiva eccellenza a livello nazionale e internazionale e oggi rischia di essere messa in gravissime difficoltà, così come tante altre. Mentre le strutture convenzionate sono controllate a monte e ci sono tariffe precise, nel pubblico non è così e ci sono diseconomie evidenti. Serve una presa di coscienza, non si possono aspettare le elezioni regionali, perché altrimenti ci si arriva stremati”.

Condividi questo post