Vaccini sospetti anche a Roma

Vaccini sospetti anche a Roma

La Regione Lazio ha avviato i controlli con le 12 Asl del territorio, la Federazione italiana dei Medici di medicina generale ha avvisato i suoi iscritti.
Tuttavia, a Roma molti professionisti hanno trovato ieri pomeriggio nei propri studi i vaccini con il numero dei due lotti incriminati.

E il caso diventa nazionale perché le dosi, riconducibili a quei codici, sono state distribuite anche nel Lazio e a Roma. Montesacro, Bufalotta, Parioli, molti i quartieri dell’Asl RmA in cui i medici di medicina generale hanno verificato già ieri la presenza dei vaccini nei propri studi.

“La campagna per le vaccinazioni contro l’influenza è partita a fine ottobre – spiega il vicesegretario provinciale della Fimmg, Fabio D’Andrea – dalle prime ricostruzioni i pazienti sottoposti in questi quertieri alla vaccinazione con il farmaco dei due lotti superano le cento unità ma nessuno tra i nostri associati, chiamando direttamente i propri assistiti, ha potuto ravvisare finora problemi o anche semplici reazioni allergiche”.

Dalla Federazione regionale, il segretario Pier Luigi Bartoletti tiene a precisare come tutti gli iscritti, circa 2.500 dei 5.000 medici di base presenti sul territorio, sono stati informati in via cautelare.

“Abbiamo chiesto di bloccare le somministrazioni, controllare i vaccini in loro possesso e nel caso mettere da parte le dosi riconducibili ai due lotti che dovranno essere ora verificate”.

Il vaccino Fluad della Novartis è uno tra i più comuni antinfluenzali presenti da anni sul commercio ed è riservato soprattutto agli over 65, i più fragili e a rischio, perché il principio coadiuvato del farmaco permette una copertura maggiore contro il virus dell’influenza su organismi già debilitati da patologie croniche o da quelle che seguono l’età. Le Asl regionali, come di consueto, raccogliendo le richieste dei medici, hanno inviato anche quest’anno il farmaco negli studi, permettendo così ai pazienti di non pagare il vaccino. Ciononostante, il Fluad può essere acquistato liberamente in farmacia.

Al costo di 11,47 euro molte farmacie romane ieri sera vendevano il vaccino. Alcune chiedendo la prescrizione medica, altre con una piccola maggiorazione sul prezzo. Nessuna, di quelle controllate, aveva ricevuto una nota che ne chiedeva la sospensione, come spiegano dalla farmacia Bonsignori in via Tagliamento. E questo perché i lotti vendibili rispondono ad altri codici rispetto a quelli bloccati. La farmacia Verderocca di via Verdinois ha dosi riconducibili al lotto 142502. La farmacia di via degli Angeli, poco lontano da piazza Balsamo Crivelli, così come quelle in via Lanciani e in viale XXI aprile non aveva scorte di Fluad in magazzino ma era possibile ordinarle. La farmacia Istria all’angolo con via San Marino il vaccino lo vendeva a un prezzo lievemente superiore: 11,54 euro. Gli unici effetti collaterali del vaccino finora accertati sono riconducibili a reazioni allergiche per chi è intollerante all’uovo.

(ilMessaggero.it)

Condividi questo post