Vino e olio, la Sabina in festa

Vino e olio, la Sabina in festa

Il vino e l’olio di oliva raccontati dal lavoro nei campi fino all’imbottigliamento; due eccellenze di quel tratto della Sabina in provincia di Roma da conoscere, degustare e accompagnare ai migliori piatti della tradizione: nel prossimo fine settimana Palombara Sabina e Montelibretti si animano per due feste dedicate, rispettivamente, al Dio del vino e all’oro verde del territorio.

Domenica 16 novembre, con la dodicesima edizione del “Giorno di Bacco”, lo splendido Castello Savelli di Palombara Sabina si riempirà di profumi, sapori e suoni. Grandi protagonisti saranno i vini del centro Italia e non solo, con grande attenzione alle cantine del territorio del Parco Regionale dei Monti Lucretili. Produttori ed esperti sommelier spiegheranno ai visitatori le tecniche, i meccanismi e il lavoro che si celano dietro una bottiglia di vino, dalla vendemmia fino alla tavola; e a fianco di questo percorso “di bicchiere in bicchiere” i golosi potranno scoprire alcuni fra i migliori piatti della zona: gnocchetti alla palombarese conditi con pomodoro fresco, arrosticini di pecora alla griglia, porchetta, pizza fritta, fagioli e dolci tipici.

All’interno della fortezza del XIII Secolo con i suoi ampi saloni, risuoneranno anche le note della musica dal vivo, per vivere un’indimenticabile esperienza sensoriale a 360 gradi. Il Castello Savelli sarà il centro nevralgico della manifestazione, con le visite guidate al suo interno, gli episodi rievocativi della vita degli antichi abitanti della rocca messi in scena da una compagnia teatrale, una mostra fotografica a tema e le band musicali che si alterneranno sul palco dello splendido giardino pensile.

Il 15 e 16 novembre, a Montelibretti andrà invece in scena la decima edizione di “Pane, olio e…” che non offrirà ai visitatori solo una gustosa carrellata di piatti tipici locali esaltati dal sapore e dal profumo dell’olio extravergine di oliva, ma un vero e proprio viaggio all’interno dei frantoi: qui sarà spiegato il processo di lavorazione dell’oliva e si vivrà l’esperienza indimenticabile della degustazione dell’olio nuovo sulle bruschette. Nello stand gastronomico sotto un’ampia tensostruttura riscaldata saranno serviti anche la Pizzafritta cannetana, il frittello col broccolo, i fagioli con le cotiche, gli gnocchi al castrato, la casareccia con salsiccia e ficorilli, il maialino porchettato e la bistecca di vitellone con verdure di stagione, il tutto accompagnato dall’ottimo vino della zona.

Condividi questo post