La dieta vegana e gli under 16: nuova proposta di legge

La dieta vegana e gli under 16: nuova proposta di legge

Davvero l’alimentazione vegana può essere definita una dieta sana?

Un’alimentazione priva di proteine animali nonché di alimenti derivanti da organismi animali  per riavvicinarsi alla terra e alle nostre origini, allontanandoci dalla realtà costituita da maltrattamenti animali e uccisioni barbare. La visione di coloro che consumano un’alimentazione vegana costituisce sicuramente una base ferma dal punto di vista etico dell’alimentazione. Non sono qui ad addentrarmi nella loro visione etica e di come, secondo me abbiano ragione o meno. Vorrei raccontarti il mio punto di vista e soprattutto parlare della proposta di legge fatta pochi giorni fa proprio rispetto questo regime alimentare. Da anni e, in particolare, in quest’ultimo decennio, si sta andando diffondendo la credenza che una dieta vegetariana così come la condotta più rigida della dieta vegana apportino cospicui benefici alla salute dell’individuo. Ma è realmente così?

A quanto pare non per tutti. È notizia di pochi giorni fa della proposta di legge realizzata da una deputata di Forza Italia all’interno del quale si prevede la reclusione fino ad un anno e mezzo per i genitori che impongono ai propri figli (minori di 16 anni) l’alimentazione vegana con una pena che può variare a seconda dei danni causati al minore.

Speciale RomaEasy “Nutrizione e benessere”

Una decisione che fa di certo discutere. Da una parte, infatti, attraverso questa proposta si cerca di lottare contro la mala informazione che condanna spesso il consumo di carne ritenuto dannoso. Dall’altra vi sono le indicazioni dei medici nutrizionisti che sconsigliano vivamente da sempre di far seguire  queste diete ai bambini, agli adolescenti e alle donne in stato interessante.

Dal punto di vista medico, di certo, l’alimentazione vegana comporta per bambini e ragazzi un ammancamento delle vitamine atte alla crescita. I bambini,infatti, pur potendo compensare la loro alimentazione attraverso integratori, subiscono comunque la  carenza di vitamina B12  e di ferro, entrambi sostanze molto importanti per la loro salute che possono comportare  considerevoli problemi neurologici e anemia. Questo è dimostrato anche dalle varie notizie di cronaca che hanno visto protagonisti bambini sottoposti a diete inappropriate e costretti a ricoveri ospedalieri a causa di gravi carenze alimentari. Bambini letteralmente denutriti, messi in pericolo di vita dai propri genitori che invece vorrebbero imporre loro solo una vita più sana.

Solo una domanda sorge spontanea: gli adulti, una volta bambini, avevano mai subito queste diete drastiche o hanno deciso autonomamente alla maggiore età che regime alimentare perseguire?

Un evento di cronaca che porta a pensieri importanti, soprattutto quando si parla della salute dei nostri figli. Il benessere di una dieta è possibile raggiungerlo attraverso tante altre modalità.

Richiedi la tua valutazione del benessere

Condividi questo post