Castel Fusano vista dall’alto: quel che resta della pineta dopo i roghi

Castel Fusano vista dall’alto: quel che resta della pineta dopo i roghi

Alberi bruciati, cespugli carbonizzati, interi ettari di verde trasformati in una chiazza nera. Le immagini aeree della pineta di Castel Fusano raccontano come è cambiato il territorio dopo i terribili incendi il polmone verde del litorale romano. Le foto sono state scattate durante i controlli effettuati dai carabinieri sul litorale di Castel Fusano e in tutte le zone della provincia colpite dagli incendi boschivi. A Roma e provincia negli ultimi mesi sono 490 gli ettari andati in fumo tra Roma e provincia negli ultimi mesi. Il 18 luglio hanno bruciato 124 ettari della pineta di Castel Fusano. L’incendio più ampio si è verificato a Torre Astura (Nettuno) tra il 5 e l’8 luglio con 139 ettari andati a fuoco. Nei giorni di Ferragosto rafforzati anche i controlli delle pattuglie a cavallo del IV reggimento di stanza a Tor di Quinto, militari dell’8° Reggimento Lazio e della compagnia di intervento operativo.

(Repubblica.it)

Condividi questo post