Luogo di intrattenimento e indiscusso protagonista della vita della Città, il Circo Massimo torna a vivere grazie a un innovativo progetto di valorizzazione in realtà aumentata e virtuale. Monumento tra i più significativi della storia di Roma, il Circo è visibile per la prima volta in tutte le sue fasi storiche: dalla semplice e prima costruzione in legno, ai fasti dell’età imperiale, dal medioevo fino ai primi decenni del ’900.

Grazie a un progetto all’avanguardia, dal titolo “Circo Maximo Experience“, che implementa tecnologie interattive di visualizzazione a oggi mai utilizzate in un’area all’aperto di così ampie dimensioni. I visori in dotazione restituiscono virtualmente l’aspetto del Circo Massimo, sovrapponendosi alla realtà e ricostruendolo in tutta la sua magnificenza. Il percorso itinerante, della durata di circa 40 minuti, è disponibile in sei lingue (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo e russo). Le otto tappe prevedono: la Valle e le origini del Circo, il Circo da Giulio Cesare a Traiano, il Circo in età imperiale, la Cavea, l’Arco di Tito, le Botteghe (tabernae), il Circo in età medievale e moderna e infine “Un giorno al Circo”.

La visita è fruibile con visori immersivi (tecnologia see-through) e sistemi auricolari stereofonici, inclusi nel prezzo del biglietto. Il progetto sarà aperto al pubblico dal 23 maggio. Il costo del biglietto (visita multimediale) è: 12 euro intero; 10 euro ridotto (per i gruppi di minimo 10 persone). MentrE il costo del biglietto per visitare l’area archeologica (visita non multimediale) è: 5 euro intero, 4 euro ridotto per i non residenti: 4 euro intero, 3 euro ridotto per i residenti. L’ingresso è gratuito per i possessori di MIC card.

Info:www.circomaximoexperience.it