L’effetto Renzi travolge la Capitale. La notte di gloria del Pd romano, di un punto sopra alla media nazionale, dirada le nuvole sopra al Campidoglio: la giunta Marino supera l’esame europee.

Votato Simone Bonafè nelle preferenze, prova del ruolo decisivo del premier. Dietro i seggi romani sembrano premiare David Sassoli su Enrico Gasbarra. Mentre Goffredo Bettini è stato scavalcato da Silvia Costa.

Alle chiusura dei seggi, ieri sera, si è recato alle urne poco meni del 52 per cento dei romani) con un’affluenza inferiore al dato nazionale. Alle elezioni europee del 2009, tornata elettorale in cui si votò in due giorni – sabato e domenica – era andato alle urne il 56,69 per cento degli aventi diritto. A votare sono stati soprattutto uomini (53,55 per cento), mentre le donne superano di poco il 50.