“Voglio stare con lei”, ha motivato la sua scelta di gettarsi da un edificio accanto al Policlinico Gemelli di Roma, l’ospedale dove è morta la sua ragazza. “Sto arrivando, angelo mio”, avrebbe gridato prima di lanciarsi. Lei aveva 30 anni, lui 32.

Due mesi fa ha perso la sua fidanzata. La colpa è di un brutto tumore. Non è riuscito a superare la perdita e in un bigliettino ha spiegato le ragioni del suo gesto: “Voglio stare con lei”, ha motivato la sua scelta di gettarsi da un edificio accanto al Policlinico Gemelli di Roma, l’ospedale dove è morta la sua ragazza. “Sto arrivando, angelo mio”, avrebbe gridato prima di lanciarsi. Lui aveva 32 anni, quasi la stessa età della sua fidanzata. Non c’è stato nulla da fare: i soccorsi si sono rivelati inutili. Il fatto è avvenuto giovedì pomeriggio intorno alle 18 e 30 nei pressi di via della Pineta Sacchetti, zona nord della Capitale.

Fonte Fanpage